Per una corretta valutazione del merito di credito dei clienti, banche e intermediari finanziari hanno bisogno di un numero sempre crescente di informazioni aggiornate (dette referenze creditizie) sui comportamenti finanziari dei clienti. Le referenze creditizie sono la “reputazione” che il cliente ha presso le banche e gli intermediari finanziari e riflettono la sua correttezza nei rapporti di finanziamento: banche e intermediari ne tengono conto quando decidono se concedere o meno un prestito, un credito, un finanziamento, un mutuo.

Le referenze sono positive quando i pagamenti delle rate o l’ estinzione del debito sono sempre state regolari, o negative in caso di ritardi, morosità, insolvenze.

I “cattivi pagatori” possono vedersi ridurre o negare nuovo credito. Poichè si tratta di informazioni delicate, la legge ha introdotto un codice di comportamento sottoscritto dalle associazioni degli operatori del credito (per esempio dall’ Abi), che stabilisce le garanzie per i clienti e le procedure di trattamento dei dati.

Se questo viene violato espone gli intermediari a sanzioni e anche al risarcimento del danno causato al cliente.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi