Valutazione formulata da un’agenzia privata specializzata, dell’ affidabilità di una società che emette azioni od obbligazioni o di uno Stato o ente locale che emette titoli di debito pubblico quotati sui mercati finanziari. Il rating fornisce agli operatori finanziari e ai risparmiatori un’ informazione sul grado di rischio degli emittenti e riveste una grande importanza.

L’ assegnazione di un rating agevola gli emittenti perchè concorre a definire le caratteristiche del titolo, dunque il prezzo di collocamento.

Per questi motivi, i soggetti che desiderano collocare titoli sui mercati finanziari sono indotti a richiedere una valutazione del loro merito di credito alle agenzie di rating.

In alcune situazioni le agenzie di rating assegnano le loro valutazioni su decisione autonoma e non su richiesta dell’ emittente.
I rating sono assegnati in base a una scala di valori o graduatoria che contiene di fatto il “giudizio” sul grado di solvibilità dell’ emittente; si parte da un rating o giudizio di affidabilità, indicato di solito con la sigla AAA (rischio minimo), per poi scendere e per ogni grado di rating inferiore il rischio aumenta. Maggiore è il grado di rischio di un titolo maggiore deve essere l’ interesse pagato a chi lo compra.

Le principali agenzie di rating sono Standard & Poor’s e Moody’s, le uniche a fornire una gamma completa di valutazioni, differenziata sia per tipologia dell’ emittente, sia per strumento finanziario.