Con l’ entrata in vigore del Decreto Legislativo n. 141 del 13 agosto 2010, che recepisce la direttiva europea sul credito al consumo, i mediatori creditizi – cioè gli intermediari che erogano credito al consumo con un rapporto con più società bancarie o finanziarie, sono obbligati a regole più stringenti sotto i profili dell’accesso alla professione, dell’ aggiornamento e dei controlli.

Dal 2012 la professione potrà essere esercitata solo attraverso società con almeno 120 mila euro di capitale e dovranno essere sottoscritte polizze per eventuali danni alla clientela, per i quali gli intermediari risponderanno in solido con i propri collaboratori.