Bollo speciale dal 2012 sui rapporti segretati dallo “scudo fiscale” al 31 dicembre dell’anno precedente (al 6 dicembre 2011 per il 2012)

CHI COLPISCE L’IMPOSTA DI BOLLO SPECIALE?

L’imposta è riferita alle attività oggetto di emersione che, alla data del 6 dicembre 2011, sono state in tutto o in parte prelevate dal rapporto acceso presso la Banca per effetto della procedura di emersione o dismesse.

QUALI SONO LE CARATTERISTICHE TECNICHE?

Il bollo speciale si delinea in questi tre punti:

  1. il prelievo è annuale
  2. è applicabile solo sulle attività finanziarie
  3. è applicabile solo sulle somme ancora segretate

A CHI SI DEVE PAGARE L’IMPOSTA?

La riscossione o meglio, il prelievo, è a cura della Banca stessa (intermediario finanziario) che provvederà a trattenere la somma entro il 16 febbraio di ciascun anno.

QUANTO SI DEVE PAGARE?

Si ricorda che la somma sottoposta ad imposta di bollo speciale è solo quella ancora segretata al 31 dicembre dell’anno precedente e prevede le seguenti aliquote:

  • PER IL 2012: 10 per mille (1%)
  • PER IL 2013: 13,5 per mille (1,5%)
  • DAL 2014: 4 per mille (4%)

A QUALE LEGGE FA RIFERIMENTO?

L’articolo che attua l’imposta di bollo è l’articolo 19, commi da 6 a 11 della manovra Monti (Dl 201/2011, convertito nella legge 214/2011, pubblicata sul supplemento ordinario della Gazzetta Ufficiale 200 del 27 dicembre).

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi