Un limite alle spese sugli sconfinamenti e sui fidi: sarà una cifra fissa commisurata ai costi.

Nuove normative introdotte dalla manovra “salva Italia” del Ministro del Consiglio Monti per quanto riguarda le commissioni bancarie in abito di sconfinamenti e di affidamenti di conto correnteCOS'E' UN CONTO CORRENTE? Prodotto per la raccolta dei risp... Leggi.

Cosa prevede la norma?

Le disposizioni introdotte prevedono che, gli unici due oneri a carico del cliente che vuole chiedere l’ apertura di un fido, siano:

  • una commissione omicomprensiva
  • tasso di interesse debitore sulle somme prelevata 

Quant’è la commissione di messa a disposizione del fido?

La commissione viene calcolata proporzionalmente rispetto alla somma messa a disposizione del cliente e alla durata dell’ affidamento, che NON PUO’ SUPERARE LO 0,5 % PER TRIMESTRE. 

Ed in caso di sconfinamento in assenza o oltre al Fido?

In questi casi è prevista l’ applicazione di una cosidetta “commissione di istruttoria veloce” determinata in cifra fissa proporzionale alla ai costi, inoltre viene applicato il tasso d’interesse debitore sull’ ammontare dello sconfinamento.

Quali commissioni non sono applicabili?

Sono ritenute nulle tutte le clausole che prevedono oneri diversi da quelli sopra menzionati. Per cui prestate particolare attenzione alla voce di dettagli di spesa del vostro estratto conto!

RICAPITOLANDO I contratti di apertura di creditoContratto bancario: su richiesta del cliente la banca conduc... Leggi possono prevedere solo una commissione dello 0,5% per trimestre della somma messa a disposizione. Per gli sconfinamenti prevista una commissione fissa commisurata ai costi.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi